IL TUO BAMBINO RESPIRA CON LA BOCCA?


Hai notato che tuo figlio dorme con la bocca aperta? si stanca mangiando perché non riesce a respirare bene? È tempo di conoscere le conseguenze della respirazione orale e sapere come affrontarla. 

mb21.jpg

La sindrome da respirazione orale è un disturbo che di solito si sviluppa durante l'infanzia e consiste nel respirare principalmente attraverso la bocca anziché con il naso. Se non trattata, può avere gravi conseguenze sullo sviluppo psicofisico del bambino, come malformazioni del viso e del palato, allergie e intolleranze alimentari, asma e alterazioni posturali.

Come genitore, è importante che tu sappia che, affrontata in tempo, questa sindrome può essere facilmente corretta  nell’arco di soli 180 giorni con l’utilizzo di un Regolatore di funzione e un protocollo terapeutico incentrato su alcuni esercizi mio-fisioterapici. Questo lo aiuterà in maniera del tutto fisiologica a riappropriarsi della corretta respirazione guidando altresì l'osso e la crescita dentale in modo naturale, senza  bisogno di utilizzare dispositivi aggressivi o antiestetici.

Le principali conseguenze e  i segni che ci permettono di rilevare una respirazione orale sono:


❎ Bocca aperta a riposo, quando si mangia e durante il sonno (labbra secche, russare durante il sonno  e persino apnee)


❎ Palato stretto


❎ Faccia lunga e stretta, occhiaie profonde e narici strette


❎ Saliva scarsa, densa e appiccicosa, alitosi, carie e tartaro in eccesso


❎ Modifiche nella curvatura della schiena a causa della mancanza di equilibrio, piedi piatti, dolore alle ginocchia


❎ Mancanza di attenzione, concentrazione e memoria a causa di una diminuzione dell'ossigeno nel sangue


❎ Voce nasale


❎ Otite, muco e infezioni respiratorie frequenti


Fortunatamente, la Sindrome può essere trattata in modo semplice in tenera età. Se hai dei dubbi sulla sofferenza del tuo bambino, non esitare a chiederci ulteriori informazioni.